Ritratti dei grandi: fissare il tempo in uno scatto

ritratto dei grandi

ritratto dei grandiHo due figli, e le mamme come me sanno perfettamente che crescono così in fretta che a volte non ce ne rendiamo conto. Spesso mi fermo a pensare ai loro volti in crescita, alle espressioni che cambiano rapidamente sul loro viso, ai primi accenni di adolescenza nelle ombre della barba e agli occhi che si trasformano in quelli di piccoli uomini, e mi chiedo: mi ricorderò di tutti questi dettagli?

Per chi, come me, vive di fotografia è più facile: con la scusa di provare un nuovo obiettivo e una nuova luce, li metto in posa e scatto dei magnifici ritratti. Loro non sanno che lo faccio perché quell’espressione evolverà in qualcosa di nuovo e io voglio ricordarmela per sempre e mostrargliela quando saranno più grandi.

Quando siamo bambini, o con i nostri figli piccoli, ogni momento è buono per scattare delle fotografie, per acquistare servizi fotografici e fissare i nostri ricordi. Quando siamo grandi però, perdiamo quell’entusiasmo di farci immortalare e ci dimentichiamo della nostra bellezza, dei dettagli, dei mutamenti.

Con il servizio Ritratti dei grandi io voglio invece alimentare questo entusiasmo e renderlo concreto, perché tutti dovremmo avere un ricordo della nostra adolescenza e delle diverse tappe dell’età adulta.

Un volto, una storia da raccontare

ritratto dei grandi

Guardare un proprio ritratto fotografico è come guardarsi allo specchio: ci si riconosce, ma allo stesso tempo ci si vede con occhi diversi. Ogni volto ha una storia da raccontare, un passato che vive nelle pieghe di una ruga o in un sorriso, un futuro come paura o luccichio negli occhi.

Il nostro viso cambia, così come la nostra anima, e fissare il tempo in ritratti artistici professionali ci ricorda chi siamo e chi siamo stati, da dove siamo partiti e quanto futuro avevamo ancora davanti agli occhi in un certo momento della nostra vita. Per questo mi piace fotografare le stesse persone a distanza di tempo: confrontando le immagini di momenti diversi, riesco a vederne il cambiamento.

Che sia per un moto di vanità, per un’occasione speciale, o per mostrare un volto umano a scopo lavorativo, il ritratto fotografico è un meraviglioso regalo da fare a te stesso perché è lì che ti riconoscerai e imparerai ad amarti.

Dai 18 anni fino all’anzianità, ogni momento della propria vita andrebbe immortalato con un racconto fotografico ed è quello che amo fare con Ritratti dei grandi.

ritratto dei grandi

Ritrarre la bellezza

Non so se anche a te capita di guardare rapita le foto tua madre quando era una giovane donna e di sentire un’energia forte e tenace, ma allo stesso tempo dolce, provenire da uno sguardo che non avevi mai visto prima, da una bellezza delicata e incantata.

Ritrarre la bellezza non è così semplice, perché come direbbe il piccolo principe “L’essenziale è invisibile agli occhi” e va colto al di là della semplice estetica visibile. Come in quelle foto che ci sembrano sospese nel tempo.

Il mio scopo è immortalare questa essenzialità invisibile, far parlare gli occhi e le emozioni che ti rendono chi sei nel momento esatto dello scatto e in cui potrai riconoscerti e amarti. La bellezza muta ma è sempre lì dentro di noi e io posso aiutarti a tirarla fuori.

Siamo ciò che facciamo

Parlare di ritratti corporate non mi è mai piaciuto perché visto che io stessa sono un unicum con il mio lavoro, penso che non si possa fare un ritratto che immortali solo la parte professionale di un individuo.

ritratto professione

Per questo penso che Ritratti dei grandi possa adattarsi anche a scatti più corporate, dove la professionalità è un elemento caratterizzante della persona e non un’etichetta appiccicata ai suoi vestiti.

Il ritratto ci avvicina alle persone e quando si parla di rapporti professionali è importante buttare giù quelle barriere che ci dividono da chi abbiamo difronte: dare un volto umano, mostrarci come persone con valori ed emozioni.

Sia in studio, sia nel tuo ambiente lavorativo, l’immagine deve parlare di te come individuo calato nel mondo professionale e non deve essere uno stereotipo dell’idea che abbiamo di lavoro ed imprenditorialità. Il lavoro cambia, tu cambi, ma i tuoi valori non mutano mai.

Essere unici, veri e professionali nella medesima foto è possibile, ti invito a provare per credere.

Vuoi un ritratto? Contattami, sceglieremo insieme il servizio adatto ai tuoi desideri.

Tags:
AUTHOR: Monica Palloni

I miei lavori, oggi, si rivolgono alla famiglia intesa come entità sensibile e unita e come singoli componenti. Credo che il mio atteggiamento di apertura verso la Vita mi restituisca sempre intuizioni e movimenti emotivi. Come quelli che percepisco fotografando una mamma in attesa o un neonato.

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi